GESTIONE DELLA TEMPERATURA IN ACQUARIO: Termoriscaldatori, Ventole, Refrigeratori

GESTIONE DELLA TEMPERATURA IN ACQUARIO: Termoriscaldatori, Ventole, Refrigeratori

imageQuasi tutti i pesci che abbiamo in acquario ad eccezione di quelli di acqua fredda come pesci rossi, carpe ed altri, sono di origine tropicale dove la temperatura del clima e quindi dell’ acqua è solitamente più elevata o comunque diversa rispetto alle nostre zone. Sarà fondamentale quindi conoscere la temperatura adatta alla specie che è presente in vasca e portarla al giusto livello aumentandola o abbassandola, in ogni caso mantenendola costante per evitare sbalzi termici che potrebbero portare a stress e malattie impedendo quindi una buona crescita e sviluppo degli animali e dei vegetali. I principali strumenti che analizzeremo in questo articolo sono i termoriscaldatori a provetta, cavi riscaldanti, refrigeratori esterni, ventole, e termometri; serviranno per incrementare o abbassare la temperatura dell’ acqua e tenerla sotto controllo, andiamo a conoscerli adesso nel dettaglio:

ImmagineewfrewrTERMORISCALDATORE A PROVETTA: Questo strumento è quello più utilizzato per incrementare la temperatura dell’ acqua e si trova facilmente in commercio. E’ composto da un involucro esterno in vetro molto resistente con al suo interno una resistenza elettrica che sprigiona calore, sono nella maggior parte dei casi dotati di termostati che permettono l’ attacco e lo stacco della corrente a seconda della temperatura rilevata in acqua e quella da voi impostata. Il funzionamento è in genere segnalato da un led luminoso e ne esistono di varie dimensioni e potenze espresse in Watt, ogniuna adeguata al volume d’ acqua della vasca da rsicaldare. Sono molto pratici, poco ingombranti ed economici, consigliamo l ‘ accensione solo dopo l’ immersione della provetta in acqua altrimenti potrebbe rompersi.

ImmagineCAVO RISCALDANTE: Questo strumento è utilizzato per aumentare la temperatura dell’ acqua ed è composto da un cavo o serpentina di varie lunghezze con al suo interno una lunga resistenza elettrica che sprigiona calore. Deve essere posizionato prima di effettuare l’ allestimento del layout all’ interno e sul fondo della vasca, si potrà procedere poi alla messa in posa dei vari substrati che lo copriranno. Il cavetto riscaldante avrà la funzione di riscaldare in modo più uniforme l’ intero acquario, distribuire il calore anche in zone solitamente poco accessibili come le redici delle piante, ma soprattutto creerà una movimento convettivo ascensionale dell’ acqua che passerà anche all’ interno del substrato ossigenando così le zone generalmente anaerobiche ed evitando la formazione di batteri nocivi all’ inteno dei fondi. Non ha un prezzo molto economico ma può essere davvero utile in determinate situazioni.

ImmaginedffsREFRIGERATORE ESTERNO: Questo strumento è necessario sopratutto per gli acquari marini e di barriera, si usa per raffreddare e quindi diminuire la temperatura dell’ acqua, solitamente è composto da un macchinario esterno che preleva l ‘acqua dalla vasca, se è di acqua dolce o dalla sump se è di acqua marina, e grazie ad appositi radiatori con ventole raffreddanti la reimmette ad una temperatura più bassa. Ne esistono di varie dimensioni, potenze e tecnologie, con termostati interni o senza ed anche se la loro efficienza è ottima hanno il difetto di consumare molta energia elettrica ed il prezzo all’ acquisto non è dei più economici.

ImmagineeffefVENTOLE PER AREAZIONE: Questo tipo di strumento è uno dei più utilizzati per diminuire la temperatura dell’ acqua e viene utilizzato sia per acquari di acqua dolce che di acqua salata, sopratutto nei periodi estitivi. Le ventole si posizionano vicino alla superficie dell’ acqua negli acquari aperti e servono per dissipare il calore dell’ acqua in superficie, oppure si possono utilizzare in acquari chiusi come estrattori di calore, che solitamente si accumula a causa delle lampade. I pregi di questo strumento sono la facile installazione e il prezzo economico all’ acquisto ma l ‘efficienza non sarà delle migliori e inoltre contribiurà enormemente all’ evaporazione dell’ acqua presente in vasca che dovrà essere riabboccata con acqua di osmosi.

ImmagineffdfTERMOMETRO: Il termometro è uno strumento fondamentale per tenere sotto controllo la temperatura dell’ acqua in vasca e deve essere presente sia negli acquari marini di barriera sia negli acquari di acqua dolce. Ne esistono di vari tipi; in vetro a mercurio con scala graduata, oppure digitali interni o esterni con sonda, in entrambi i casi sono strumenti che non hanno un eccessivo costo all’ acquisto e consigliamo l’ installazione il più lontano possibile dai riscaldatori o refrigeratori, di modo da avere la corretta indicazione della temperatura del nostro acquario.