INSERIMENTO PESCI IN ACQUARIO – acclimatazione e ambientamento

INSERIMENTO PESCI IN ACQUARIO – acclimatazione e ambientamento

ImmagincvzvczxeQuando effettuiamo un trasferimento di pesci o invertebrati da una vasca ad un’ altra,  quindi con valori chimici e di temperatura presumibilmente diversi, dobbiamo stare attenti alla salute di questi ultimi, che potrebbe essere compromessa dallo stress, dal cambio di valori e dal cambio di temperatura. Se il tuo acquario sarà da poco avviato dovrai attendere inoltre la “maturazione” dell’ acqua che avviene con la formazione di batteri nitrificanti come Nitrosomonas e Nitrobacter in modo autonomo in circa 15/20/30 giorni dall’ avvio, altrimenti con l’ aiuto dei batteri comprati in negozio in circa 7/10 giorni inserendoli nel filtro e nel substrato. Prima di elencare il metodo di inserimento dei pesci nel nuovo habitat, tieni presente che anche il trasporto è una fase critica poichè potrebbe subire stress di vario genere, perciò assicurati sempre che oltre ad esserci sufficiente acqua, temperatura costante e buio, ci sia una grande quantità di aria e quindi di ossigeno disponibile nel sacchetto. Quindi non sacchetti super pieni di acqua ma metà acqua e metà aria.

Le fasi per la corretta immissione di pesci ed inveretebrati in acquario sono le seguenti:

Immxczxagine copia– Inserire il sacchetto in acqua e aprirlo mantenendolo in superficie.
– Attendere 5 minuti.
– Immettere un piccolo quantitativo di acqua di acquario.
– Attendere 5 minuti.
– Ripetere le ultime due azioni 4/5 volte.
– Trasferire i pesci dal sacchetto alla vasca con l’ aiuto di un retino.
– Togliere il sacchetto dalla vasca senza mischiare i liquidi.

– Per ridurre lo stress,introdurre un piccolo quantitativo di biocondizionatore e non dare cibo per almeno un giorno.