PESCE PALLA NANO – Carinotetraodon Travancoricus – scheda tecnica

PESCE PALLA NANO – Carinotetraodon Travancoricus – scheda tecnica

Ndwarf-puffome, origine e famiglia:

Il Pesce Palla Nano chiamato scientificamente Carinotetraodon Travancoricus, Pesce Palla Nano di acqua dolce, Dwarf Puffers, Malabar Pufferfish, Freshwater Pufferfish, Monotretus Travancoricus, Tetraodon Travancoricus, Tetraodon Travancoria, Carinotetraodon imitator e Carinotetraodon travancoricus .

Il Pesce Palla Nano deriva dalla famiglia tetraodontide ed è diffuso Asia Meridionale e in India Sud Occidentale.

Aspetto e comportamento:

Ha una forma ovaloide, arrotondato sui fianchi, sul dorso e sul ventre, presenta un manto privo di squame, di color giallo-verde, con macchie di color nero, possiede pinne trasparenti e una bocca simile ad un becco, formato dalla fusione di 2 denti da ciascuna mascella (da cui Tetraodon, quattro denti). è uno dei pochi pesci che sembra ammiccare o chiudere gli occhi, il che aggiunge ulteriore fascino ed un espressione più intelligente a quello che è già. Vive in natura in acque dolci e la sua aspettativa di vita arrivo fino a 5 – 8 anni, ha la possibilità di gonfiarsi ma è un meccanismo di difesa che non è consigliato attivare, poiché causerà forte stress, nel caso in cui si gonfiasse di aria, per esempio nel trasferimento da una vasca a un altra, attenzione perché potrebbe morire.

Compatibilità con altri pesci:

I Pesci Palla Nani, essendo di piccole dimensioni, possono diventare prede di pesci più grandi ma sono anche abbastanza aggressivi, per cui non adatti agli acquari di comunità. E’ un pesce molto vivace, curioso ed attivo, ama esplorare ogni anfratto dell’acquario e può mordere le pinne e le squame degli altri pesci, delle quali si nutre. Gli unici esemplari che possono andare d’ accordo sono piccoli pulitori come Otocilnclus, gamberetti come ad esempio caridine, oppure esemplari della sua stessa specie, si consiglia quindi l acquisto di almeno 4/5 esemplari.IMG_3302WaterWithout-Copy
I suoi tessuti muscolari e le viscere sono estremamente tossici (se ingeriti). Diverse specie sono tra i vertebrati più velenosi al mondo, in quanto i loro organi interni, in particolare fegato e gonadi, contengono quantità letali di una sostanza nota come tetrodotossina. La vasca per allevare un esemplare deve essere minimo 60 litri prevista di un allestimento ricco di rocce o legni e apprezzano molto i ripari forniti dalla vegetazione, non sopportano le forti correnti e la troppa luce. E’ molto sensibile alla presenza di nitriti e nitrati quindi occorre un buon sistema di filtraggio e regolari cambi d’acqua parziali.

Si consiglia l’ acquisto di 4 / 5 esemplari.

Dimorfismo sessuale e riproduzione:

Non c’ è molto dimorfismo sessuale tra i due sessi, se non per una marcata linea scura longitudinale che passa sul ventre del maschio. E’ un pesce oviparo quindi avviene la fecondazione esterna, la riproduzione è difficile in cattivita’ e i piccoli dopo qualche giorno possono nutrirsi di naupli di artemia.

Alimentazione:

Il Pesce Palla Nano é carnivoro e in natura si nutre di molluschi, crostacei e detriti vegetali. Come per tutti i palla è necessario fornire larve di zanzara, camole e gremignoli, chironomus o cibo fresco e integrare la loro dieta con lumache e molluschi con il guscio, in modo da prevenire un’eccessiva crescita dei denti, che crescono continuamente e possono diventare un problema. Non è consigliato cibo secco.

Prezzo:

3/5 euro a esemplare

Dimensioni massime: 2,5 cm

Livello di nuotata (spazio occupato): tutto

Range temperatura ideale: 24° – 28° celsius

PH range: 6,5 – 7,5

Gh: 3- 10